Lago di Garda: un angolo italiano da scoprire

Ci arrivano spesso richieste di informazioni riguardanti il lago di Garda, questo incredibile angolo italiano incastonato tra Veneto, Lombardia e Trentino. Ecco perché abbiamo deciso di comporre questo pezzo con le migliori gemme da scoprire sul Garda: il lago più grande d’Italia, che abbiamo avuto la fortuna di frequentare spesso visto che dista appena un’ora di auto dalla nostra amata Padova.

A volte ci dimentichiamo della bellezza dei laghi: siamo fortunati qui in Italia, abbiamo tanto mare che ci circonda e montagne incantevoli, e spesso non consideriamo i laghi sparsi sul nostro territorio. Non solo Gardaland o parchi a tema: il lago di Garda ha una quantità di proposte per tanti tipi di turismo. Potete restarci un giorno o un mese senza mai annoiarvi!

CULTURA

Sirmione è soprannominata la perla del lago: i romani vi abitavano in una splendida villa sulla punta nord della penisola di Sirmione, affacciata sul lago e con l’acqua termale a disposizione! Le Grotte di Catullo, cioè l’antica villa romana, sono visitabili e fortemente consigliate da noi. Addentratevi in questa splendida cittadina, attraversando il castello e continuando la passeggiata lungo lago fino alle grotte. Spettacolari rovine romane vi aspettano.

Grotte di Catullo

Grotte di Catullo

Il poeta Gabriele D’Annunzio, personaggio poliedrico e controverso, visse gli ultimi quindi anni della sua vita in una villa a Gardone Riviera, sulla sponda bresciana del lago, villa da lui ribattezzata “Il Vittoriale degli italiani”. È visitabile, sia la villa che gli splendidi giardini, e molto particolare, adatta per una visita alternativa, adatta a tutti, anche alle famiglie. Di sera, l’anfiteatro all’interno del Vittoriale viene usato per bellissimi concerti.

Rimanendo a Gardone, potete anche visitare il giardino botanico “Andre Heller”, curatissimo e molto zen. Consigliato in ogni stagione con le diverse fioriture.

Rimanendo in tema giardini botanici, il Parco Sigurtà, a sud del lago, è molto più esteso, infatti si possono noleggiare all’entrata golf car o biciclette per visitarlo. In primavera con la fioritura dei tulipani è uno spettacolo!

A un paio di km dal parco Sigurtà, trovate Borghetto sul Mincio, antico borgo di mugnai: vi consigliamo questa sosta per la bellezza del borgo e per un pranzo coi tipici tortelli di zucca!

Incastonato sulle pendici del monte Baldo, il santuario della Madonna della Corona è sicuramente il più eroico che abbiamo mai visto. Un luogo sospeso tra terra e cielo che abbiamo visitato di recente (qui il nostro articolo).

punto panoramico madonna della corona

San Martino

A metà ‘800, queste zone erano di dominazione austrica: la famosa battaglia di San Martino e Solferino fu combattuta qui, a pochi km da Sirmione. Visitare la torre di San Martino, oltre che a offrirvi una spettacolare veduta sul lago e sull’anfiteatro montano, vi farà anche fare un bellissimo viaggio nella nostra storia rinascimentale. C’è anche da ricordare che l’idea della Croce Rossa è nata qui, infatti il suo fondatore, Henry Dunant, ebbe l’idea quando arrivò a San Martino il giorno dopo la sanguinosa battaglia.

I BORGHI AFFACCIATI SUL LAGO

Oltre a Sirmione, la perla del Garda, ci sono innumerevoli borghi affacciati sul lago, tutti con la propria particolarità. Il lago ha una circonferenza di 160 km circa: fare il giro del lago in una giornata di sole è gioia per gli occhi. Potete fermarvi nel borgo che più vi ispira, passeggiare, godervi un aperitivo fronte lago e poi ripartire verso la meta successiva. La zona nord del lago è circondata dalle montagne e il paesaggio è prettamente alpino: borghi come Limone, Malcesine o Torbole sono ideali per il loro clima fresco e per ammirare i numerosi windsurfer. Peschiera del Garda, con le sue mura, e Desenzano del Garda, col suo castello, sono i borghi più facilmente raggiungibili dalle autostrade. Da qui, potete anche considerare di girare il lago a bordo di un battello o noleggiando una barca a motore: la vista dall’acqua è sempre spettacolare.

Sulla sponda veronese, i borghi di Lazise, Bardolino e Garda sono vicini tra loro e visitabili in un pomeriggio: tutti con una bella passeggiata sul lago, castelli, chiese antiche, e tante stradine tipiche da scoprire.

Lago di Garda

Isola del Garda

VACANZE ATTIVE

Il lago di Garda si presta molto bene a un gran numero di attività sportive: windsurf, paddle, bici, mountain bike, downhill, trekking e anche lanci col parapendio! Scegliete quello che preferite e via, si parte!

Ci sono molte parti della gardesana con la pista ciclabile, la più spettacolare al momento è quella che porta da Limone a Riva del Garda: sospesa sull’acqua è percorribile sia a piedi che in bici. Probabilmente vi sarà capitato di vederla su Instagram, spesso viene condivisa proprio per la sua bellezza.

Da Peschiera del Garda potete arrivare fino a Mantova percorrendo la ciclabile lungo il Mincio. Passerete anche da Borghetto sul Mincio nominato prima. Con una bici elettrica è fattibile in giornata e molto divertente. Ci sono vari punti dove è possibile noleggiarne, tra cui La Littorina del Mincio, proprio sulla ciclabile.

Monte Baldo

Monte Baldo

Il Monte Baldo, coi suoi 2200 metri, domina il lago. Arrivare in cima camminando non è difficile (se interessati cercate riferimenti su escursioni dalle due pozze al rifugio chierego). Tra pochi mesi comunque tornerà in funzione la seggiovia da Prada Alta fino al monte Baldo. In alternativa alla camminata, ora potete salire anche tramite la funivia che parte da Malcesine.

Il sentiero Busatte-Tempesta è uno dei più spettacolari in tutta Europa: ex scalinate dei vigili del fuoco, ora diventate un fantastico sentiero panoramico. Preparatevi a scendere 400 scalini! Potete poi fare il percorso ad anello per tornare al punto di partenza, oppure percorrere gli scalini in salita. Scatti da favola assicurati!

Ha da poco riaperto la panoramica strada del Ponale, che porta da Riva del Garda al lago di Ledro. Inoltre tra pochi giorni riaprirà anche la strada della Forra, considerate una delle strade più belle al mondo e tanto amata da Winston Churchill. Entrambe le vie hanno panorami mozzafiato da percorrere preferibilmente su due ruote, moto o bici (la Ponale solo bici o a piedi).

ENOTURISMO E NON: MANGIARE, BERE E RILASSARSI.

Se non avete voglia di muovere i muscoli ma volete solo rilassarvi, c’è scelta anche per voi! Sirmione è famosa per le sue acquee sulfuree già usate dai romani e qui avete Aquaria, direttamente sul lago, dove potrete rimanere a bagno maria tutto il giorno aspettando il tramonto. Se l’odore dell’acqua sulfurea vi dà fastidio, potete scegliere le Terme di Colà: all’interno di un parco con piante secolari, il lago di Colà con le sue acque calde vi accoglierà in un verde mondo bucolico.

Se volete approfondire la questione “Lugana”, siete nel posto giusto! Il vino bianco per eccellenza del lago di Garda si sta diffondendo sempre di più. Amato dai tedeschi, ora sempre più conosciuto anche da noi italiani. Ci sono molte cantine che organizzano degustazioni, visite, pic-nic, come Podere Selva Capuzza, Cascina Maddalena, Tenuta Roveglia, Montonale e tante altre. Scegliete un piccolo produttore, qualcuno che non conoscete e lasciatevi sorprendere.

L’olio EVO del Garda è allo stesso tempo delicato e deciso: ci sono decine di frantoi attivi su entrambe le sponde del lago dove potete provare e acquistare olio di alta qualità.

Il lago è così vasto che è difficile dare consigli su ristoranti: in generale possiamo dire che lungolago nei borghi trovate i posti più alla mano e turistici, mentre nelle stradine secondarie o nell’entroterra trovate più qualità e cura. Le pietanze tipiche sono il pesce di lago come coregone, luccio e persico, la carne salada nell’alto Garda, lo spiedo bresciano, i tortelli di Valeggio, che possono essere sia con la zucca che con ripieni di carne, la torta sbrisolona e la torta di rose. Vi lasciamo alcuni consigli come spunto: se andate a visitare la torre di San Martino, dovete fermarvi all’Osteria alla Torre: cucina locale con un tocco ricercato. Se volete rimanere davanti all’acqua, al ristorante Alla Grotta di Lazise il pesce è squisito. Per una cena più informale, in spiaggia con vista tramonto, allora spiaggia Brema Beach Bar a Sirmione è perfetto: grigliata gustosissima, pizza, musica e relax.

Il lago offre anche una grande varietà di strutture ricettive, dai campeggi, agli agriturismi in campagna fino alle meravigliose ville d’epoca. Noi abbiamo soggiornato allo splendido LeFay a Gargnano, dalla cui altura si domina il lago. L’hotel ha vinto vari premi per la sostenibilità e per la SPA da quando è stato aperto e il ristorante, anche questo con vista mozzafiato, è aperto anche agli esterni. Ricordiamo sempre con piacere anche il Park Hotel Imperial di Limone.

Sul lago di Garda potete fare questo e molto altro, quindi ricordatevi di questa destinazione la prossima volta che deciderete dove passare qualche giorno, perché il lago di Garda è un angolo italiano da scoprire. Un bellissimo melange di acqua azzurra e montagne verdi.

Tramonto

2 thoughts on “Lago di Garda: un angolo italiano da scoprire

  1. Complimenti, un articolo completo con una panoramica a 360° di quello che si può vedere e fare sul Lago. Avete toccato tutti i miei luoghi del cuore, quasi tutti… se non ci siete ancora stati Torri del Benaco è un piccolo gioiellino e a due passi Punta San Vigilio. Luogo incantevole specialmente al tramonto sempre un piacere leggervi

  2. Grazie mille Barbara!Fa piacere sapere che l’articolo da una panoramica completa. E prendiamo assolutamente nota del tuo consiglio 🙂 Ancora grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Newsletter

Compila il modulo per iscriverti alla newsletter e unirti alla nostra community.