chobe elephants
DESTINAZIONI Sudafrica

Sudafrica: 8 buoni motivi per andarci

Il Sudafrica era senza alcun dubbio una delle mete che aspettavamo con più impazienza di questo 2018. Da quando abbiamo deciso di partire verso questa nuova avventura siamo sempre stati accompagnati da un’eccitazione crescente mano a mano che la partenza si avvicinava.

L’Africa era ormai un sogno nel cassetto da troppo tempo, alimentato da mille stimoli che ci stuzzicavano ogni giorno, da foto incredibili di paesaggi infuocati dal sole del Continente Nero.

Quando abbiamo capito che era il momento di conoscere meglio questa terra abbiamo deciso di non affrontare il viaggio da soli. Ed è qui che sono entrati in gioco i ragazzi del team dell’agenzia Travelout , del gruppo Futuradria con sede a Bologna. L’agenzia, specializzata in viaggi di nozze LGBT, è aperta a chiunque per qualunque tipo destinazione nel mondo.

Siamo stati affidati alle mani di Gabriella, nella quale abbiamo trovato non solo un pozzo di conoscenza in grado di tenere testa a qualunque domanda (anche la più dettagliata) riguardante il viaggio che eravamo in procinto di affrontate, ma anche una fortissima fonte di ispirazione. In poche parole grazie a lei ci siamo innamorati del Sudafrica ancora prima di partire.

Se ci avete seguito su Instagram sapete già il percorso che abbiamo fatto partendo da Cape Town e concludendo al Chobe National Park.

Molto presto vi daremo qualche consiglio più specifico sulle tappe che più abbiamo amato del Sudafrica, ma per adesso vogliamo rispondere alle decine di messaggi che abbiamo ricevuto nelle ultime settimane di ragazzi che volevano sapere qualcosa di più su questa terra, e lo faremo dandovi i nostri 8 buoni motivi per i quali siamo super convinti valga la pena considerare questa meta per il vostro prossimo viaggio a lungo raggio.

1- Partecipare ad un Safari

Non abbiamo nessun dubbio. Il Safari è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. Gabriella ci aveva avvisato che crea una sorta di dipendenza, e così è stato. La stanchezza dovuta alla sveglia che suona alle 5:30 del mattino sparisce subito, e prende il suo posto l’adrenalina di salire a bordo di una jeep e partire all’avvistamento di quanti più animali possibili. A volte può andar bene e altre magari si riescono a vedere solo pochi animali, ma quando si incrocia un leopardo o un leone i brividi sono assicurati.

giraffe karongwe reserve

safari karongwe portfolio

safari the globbers

ghepardo safari africa

2- Guidare da Cape Town a Cape Point

Nessuna paura per la guida a sinistra, ci si abitua quasi subito. La strada che da Cape Town conduce al Capo di Buona Speranza è ricchissima di tappe incredibili e obbligatorie. Presto faremo un articolo per spiegarvi passo passo come dividere il percorso, ma nel frattempo vi lasciamo qualche foto di alcuni momenti memorabili della giornata trascorsa lungo la costa Sudafricana.

boulders beach cape point

penguins colony cape point

driving south africa

3- Sedersi davanti alle Victoria Falls

Usciamo dal Sudafrica e atterriamo in Zimbabwe. Allungare il viaggio verso le Victoria Falls non è obbligatorio, ma vista la vicinanza con questa meraviglia del mondo naturale vale davvero la pena farci un pensiero. Potenza pura della natura senza esclusione. Non esageriamo nel dirvi che non sembra di questo mondo il panorama delle Victoria Falls, e che sfidiamo chiunque a non sentire il cuore in gola quando uno squarcio nella giungla rivela le cascate incorniciate dagli arcobaleni.

victoria falls

victoria falls view point

4- Salire sulla Table Mountain

Torniamo a Cape Town. L’attrazione numero 1 della città è la Table Mountain. Ammettiamo di essere stati molto fortunati perchè non sempre si riesce a salire su questa montagna tramite la funicolare vista le nuvole che passano toccando proprio la cima. Se avete modo di salirci lo spettacolo vi lascerà senza fiato. Consiglio: non fate come noi e copritevi bene perchè l’aria è tagliente!

table mountain cape town

5- Arrivare ai confini del mondo

Sembra un episodio di qualche film fantasy invece è proprio così. Il Capo di Buona Speranza è uno dei punti più a sud del Continente Nero, e in qualche modo sembra davvero di arrivare ai confini del mondo. L’Oceano Atlantico e l’Oceano Indiano si incontrano in uno dei luoghi più ventosi in assoluto, e una lunga scalinata conduce al grande faro dal quale il panorama parla da solo.

cape point

cape point lighthouse

6- Ammirare centinaia di elefanti al Chobe National Park

Ci spostiamo in Botswana, proprio al confine con lo Zimbabwe. Molti scelgono di trascorre una giornata al Chobe National Park dopo aver visitato le Victoria Falls. L’attraversamento del confine è semplice e veloce. Questo parco gigantesco vanta la più grande popolazione di elefanti di tutta l’Africa, quindi vi lasciamo solo immaginare che emozione regala la vista di interi branchi muoversi attraverso queste gigantesche distese. Vi abbiamo dato anche un assaggio nelle nostre Instagram Stories (le potete guardare CLICCANDO QUI)

chobe park

elephants chobe

chobe elephants

7- Degustare alcuni tra i vini più buoni al mondo

Se siete amanti del vino (ma anche se non lo siete), un viaggio in Sudafrica non può ritenersi completo senza una tappa nelle zone dei vigneti attorno alla città di Stellenbosch. Questo luogo fermo all’Epoca Vittoriana offre innumerevoli possibilità di wine tasting in una delle tante riserve 5 stelle della zona. Vale la pena passarci almeno una notte. Se siete appassionati, anche due.

È importante sapere (come ci ha ricordato più volte Gabriella di Travelout), che in Sudafrica sono piuttosto severi riguardo le norme stradali, quindi non conviene assolutamente mettersi alla guida dopo aver fatto un wine tasting. Anche se la zona dei vigneti può essere visitabile in giornata da Cape Town, è molto meglio passare la notte li.

spier wine

stellenbosh winery

8- Dormire in un Lodge

Di hotel meravigliosi e resort da favola ne è pieno il mondo, ma in quale altro posto si ha la possibilità di dormire in uno splendido lodge immerso nella natura con gli animali selvaggi a pochi passi dalla propria camera? Oltre al design incredibile che regala una full immersion in pieno mood africano, spesso i lodge sono affacciati direttamente su qualche fiume o pozza d’acqua dove è possibile avvistare gli animali. Vi ricordate quella volta che nelle stories abbiamo ripreso l’intero gruppo di elefanti che beveva nella pozza di fronte alla nostra super camera? 

Considerate che se vi affidate alla giusta agenzia, saprà consigliarvi il lodge migliore qualità/prezzo. In questo caso con Travelout abbiamo avuto l’enorme dritta di poter alloggiare 3 giorni all’interno di una riserva privata adiacente al famosissimo e più affollato Kruger. Questo ci ha permesso di vedere gli animali durante i safari con molta più calma e più “privacy”.

karongwe river lodge

karongwe portfolio

karongwe river lodge

Nell’attesa di regalarvi altri articoli sul Sudafrica con pillole e consigli sulle tappe più belle, ci teniamo a segnalarvi i contatti di Travelout, l’agenzia del gruppo Futuradria alla quale ci siamo appoggiati per l’organizzazione nel dettaglio di tutto il viaggio. Siamo più che sicuri che affidarsi alle mani esperte di persone che sanno fare sapientemente il loro lavoro e conoscono queste zone come le loro tasche sia la soluzione migliore per vivere un’esperienza come questa nel migliore dei modi.

Email: gabriella.a@futuradria.comclaudia.n@futuradria.com

Tel: 051 0018151 Bologna // 0549 908590 – Rep. di San Marino // 0541 831707 – Cattolica (RN)

Cell: +39 3461163644

Indirizzo: Via Castiglione, 23 – 40124 Bologna

PS: chiedete di Gabriella e ditele che vi mandiamo noi!

Comments (4)

  • Bellissima la foto con voi e i pinguini!

  • Grazie Marco! È stata un’esperienza incredibile!

  • Bellissimo ragazzi! Bellissime le descrizioni ma soprattutto stupende le fotografie! E sempre un’emozione seguirvi! ❤️

  • Grazie mille per noi è bellissimo tutto ciò! <3

Write a comment