josh-couch-qjN-uw6YibY-unsplash
DESTINAZIONI USA

New York autunnale: le mete da non perdere

Con l’arrivo dell’autunno, e i rientri al lavoro con la fine delle ferie, giunge normalmente anche il momento di riporre sopra l’armadio il trolley in attesa della prossima pausa lavorativa.

Ma non per tutti è così: che si decida di riservare le ferie per la bassa stagione, o che semplicemente si abbia la possibilità di farlo, non sono in pochi a scegliere di viaggiare in autunno. Prezzi spesso più vantaggiosi e temperature più miti sono ottime motivazioni per decidere di collocare un viaggio da settembre a novembre. C’è da dire che alcune città, in aggiunta, offrono il meglio di sé proprio nella stagione autunnale, grazie a scorci particolari o eventi che si collocano nei mesi in questione. New York, a nostro avviso, è proprio una di queste città: ecco quindi cosa non deve assolutamente mancare in un viaggio autunnale per le strade della grande mela.

https://get.pxhere.com/photo/landscape-tree-water-skyline-leaf-fall-flower-lake-city-urban-river-manhattan-new-york-city-cityscape-dusk-evening-reflection-autumn-park-colorful-tourism-season-central-park-trees-hdr-skyscrapers-buildings-reflections-ecosystem-destinations-bow-bridge-geographical-feature-human-settlement-1026655.jpg

Cominciando dai rilievi oggettivi, va notato che la città simbolo degli Stati Uniti è particolarmente accogliente nei mesi primaverili e invernali. D’inverno infatti le temperature sono più basse di quelle alle quali siamo abituati e non è infrequente incappare nella neve; d’estate, al contrario, il clima tendenzialmente umido e una generalmente scarsa ventilazione rischiano di rendere il soggiorno un po’ soffocante. In autunno, invece, le temperature raramente scendono sotto i 10 gradi, mentre durante il giorno si sta comodamente sui 20 gradi o più. Le temperature sono ideali per le attività all’aperto e questo è un aspetto da non sottovalutare, considerando che gli scorci più tradizionali di New York sono tutti esterni.

E cosa c’è di più esterno di un parco pubblico? Il caso vuole che New York offra uno dei parchi cittadini più conosciuti al mondo: parliamo ovviamente di Central Park. In autunno il parco offre uno spettacolo particolare: il verde lascia lo spazio ai toni del rosso e del marrone, e il colore delle foglie sugli alberi e per terra rende assolutamente particolare la visita al parco nella stagione.

Oltre Central Park, che è il parco cittadino per eccellenza, esistono diversi altri angoli verdi, o meglio rossi e marroni, nei quali perdersi nei colori autunnali. Altre mete ideali allo scopo sono Prospect Park e Riverside Park, rispettivamente collocati a Brooklyn e nella zona nord-ovest di Manhattan. Fra gli scorci preferiti per le inquadrature di New York, oltre ai parchi, ci sono i caratteristici ponti: su tutti, iconici sono sicuramente il Ponte di Brooklyn e il Manhattan Bridge, che sono stati anche la prima meta consigliata per il viaggio di 6 giorni a New York. Nei mesi autunnali le passeggiate dei ponti non sono particolarmente affollate, permettendo così di godere di un panorama veramente unico sulla città. Per i più appassionati di storia, poi, non può mancare una visita alle statue di una delle figure centrali per la storia della città, oltre che in generale degli interi Stati Uniti: stiamo ovviamente parlando di George Washington. Militare e politico, famoso per la cura che dedicava alla stesura dei suoi diari nei quali annotava passatempi e riflessioni, non è un caso che a New York vi siano delle sculture ad egli dedicate: una si trova di fronte al Federal Hall National Memorial, a Wall Street, mentre un’altra è una grande statua equestre all’interno dell’Union Square Park.

new-york-manhattan-new-york-city-carnival-float-parade-thanksgiving-festival-character-cartoon-spiderman-1344676

Per quanto riguarda gli eventi, infine, i mesi autunnali sono particolarmente generosi nell’offrire appuntamenti tipici. Intorno alla metà di ottobre, in date variabili, è previsto l’appuntamento annuale con Open House New York, un weekend nel quale vengono resi accessibili e visitabili mediante appositi tour edifici genericamente chiusi al pubblico, potendo scoprire un punto di vista molto più intimo della città e dei suoi luoghi. Sempre in giorni variabili, ma fissato per il secondo lunedì del mese di ottobre, si celebra il Columbus Day, volto a commemorare la scoperta delle Americhe da parte di Cristoforo Colombo. Nonostante negli ultimi anni la ricorrenza sia stata al centro di alcune polemiche, a New York è particolarmente sentita: gli uffici rimangono chiusi, e la comunità italoamericana della città tende a identificare l’evento come il giorno dell’orgoglio italiano, con tricolori ovunque. Il 31 ottobre è la volta della Halloween Parade per le strade del Village, mentre il quarto giovedì di novembre si celebra il Thanksgiving Day, una delle celebrazioni più note del mondo americano, nonché simbolico “passaggio” alla stagione invernale e natalizia.

New York esercita un fascino e un’attrazione unica su un enorme numero di persone, ma l’autunno a New York, vissuto in viaggio, promette di essere un’esperienza della quale sarà impossibile pentirsi.

 

Write a comment